La Giornata della Commissione 25/05/2023

24/05/2023

Politica di coesione dell'UE: inaugurazione del più grande impianto di riscaldamento geotermico dell'UE a Szeged, in Ungheria

Oggi è stato inaugurato il più grande sistema di riscaldamento geotermico dell'UE a Szeged, nell'Ungheria meridionale. L'UE ha investito 23 milioni di euro per fornire energia pulita, rinnovabile e conveniente a più di 28.000 famiglie e oltre 400 edifici pubblici della regione.

La rete di riscaldamento di Szeged, la più grande in Europa al di fuori dell'Islanda, grazie all'UE, comprende ora 27 pozzi, 16 impianti di riscaldamento e 250 chilometri di tubature di distribuzione. Il riscaldamento geotermico è un sistema a basse emissioni che sfrutta l'energia termica della terra e la converte in aria calda.

Il rapporto di Eurostat mostra i progressi dell'UE verso gli obiettivi di sviluppo sostenibile

Eurostat, l'Ufficio statistico dell'Unione europea, ha pubblicato oggi il documento "Sviluppo sostenibile nell'Unione europea - Relazione di monitoraggio sui progressi verso gli Obiettivi di sviluppo sostenibile dell'UE, edizione 2023", che fornisce una panoramica statistica dei progressi verso gli Obiettivi di sviluppo sostenibile (SDG) nell'UE. Il rapporto viene pubblicato in concomitanza con il pacchetto di primavera del Semestre europeo, al fine di evidenziare la sua rilevanza per il processo decisionale e di adempiere così all'impegno della Commissione di integrare gli SDG nel Semestre europeo, compito affidato al Commissario Gentiloni.

Per la prima volta, il rapporto analizza l'impatto a breve termine delle crisi attuali sugli SDG. Tra queste, la crisi energetica nel contesto della guerra della Russia contro l'Ucraina e le scosse associate alla pandemia.

Myanmar e Bangladesh: L'UE stanzia 2,5 milioni di euro per sostenere le persone colpite dal devastante ciclone Mocha

A seguito del ciclone Mocha in Myanmar e Bangladesh, la Commissione ha sbloccato 2,5 milioni di euro in aiuti umanitari d'emergenza per rispondere alle esigenze più urgenti della popolazione colpita.  Lo Stato di Rakhine del Myanmar, che è stato il più colpito, ospita persone già sfollate a causa del conflitto e i cui rifugi temporanei sono stati in gran parte distrutti. Il distretto di Cox's Bazar in Bangladesh, anch'esso colpito dal ciclone, ospita 1 milione di rifugiati Rohingya. Nei prossimi giorni sono previste ulteriori forti precipitazioni in entrambi i Paesi, che aumenteranno il rischio di ulteriori inondazioni e frane. L'UE ha anche utilizzato il servizio di gestione delle emergenze via satellite Copernicus per fornire una mappatura in tempo reale e ha dispiegato esperti per aiutare a condurre le valutazioni sul campo. Grazie ai fondi precedentemente stanziati dall'UE, i partner umanitari hanno adottato misure preventive in vista dell'impatto di Mocha, preparando ripari e cibo per le popolazioni che sarebbero state colpite.

Luca Persiani

Argomento
La Giornata UE